Parrocchia e Oratorio San Giuseppe, Dalmine (BG)

il sito web della comunità parrocchiale San Giuseppe di Dalmine

Pubblicato il
23 Novembre 2020
in Il Gruppo Liturgico, Primo piano

Principali novità del nuovo Messale

A partire da Domenica 29/11/2020, Prima Domenica di Avvento, entra in vigore il nuovo Messale della chiesa romana.

Il Messale è il grande libro della Liturgia che contiene le preghiere del popolo per ogni celebrazione. È da considerare come una sorta di “custode” della fede ed è da ritenersi, a pieno titolo, testo del Magistero della Chiesa.

Queste sono le principali novità che riguardano le formule della Messa che a partire da Domenica 29 Novembre saranno adottate nella liturgia.

 

All’Atto penitenziale

Confesso a Dio onnipotente e a voi, fratelli e sorelle,

che ho molto peccato in pensieri, parole, opere e omissioni,

per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa.

E supplico la beata sempre Vergine Maria,

gli angeli, i santi e voi, fratelli e sorelle,

di pregare per me il Signore Dio nostro.

 

Continua la lettura →

Pubblicato il
14 Novembre 2020
in Storie di fede e Riflessioni

Credo in Gesù e desidero incontrarlo

Nel mese di novembre stiamo svolgendo con le famiglie il tema catechistico “Credo on Gesù Cristo”. Gli obiettivi catechistici sono fondamentalmente due: conoscere Gesù come colui che risponde con obbedienza e fedeltà al progetto del Padre e scoprire come l’incontro personale con Gesù nella mia vita mi fa essere più uomo.

In queste lunghe giornate, nelle quali la mia agenda si è nuovamente svuotata di incombenze, mi sono letteralmente divorato due libri che mi hanno davvero aiutato a rimettermi davanti a Gesù Cristo.

Il primo volume è intitolato “Il cristianesimo non esiste ancora” di D. Collin. La sua tesi di fondo si riferisce al pensiero provocante del filosofo e teologo Kierkegaard, secondo il quale nella storia sarebbe esistito solo un cristianesimo senza Vangelo, una specie di simulacro, inventato dai cristiani stessi per “non dover conformare la loro vita alla parola di Cristo”. Ci sarebbe dunque un cristianesimo di appartenenza, ma non un cristianesimo di esperienza.

Continua la lettura →