Parrocchia e Oratorio San Giuseppe, Dalmine (BG)

il sito web della comunità parrocchiale San Giuseppe di Dalmine

Pubblicato il
14 Giugno 2021
in Il CRE, il CRI, Primo piano

Informazioni e regolamento anti-covid C.R.E. 2021

C.R.E. 2021 HURRA’ DAL 21 GIUGNO AL 23 LUGLIO.

LUNEDI solo pomeriggio dalle 14.00 alle 18.00
Da MARTEDI a VENERDI dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00
PRE-ACCOGLIENZA dalle 8.00 alle 9.00
MENSA dalle 12.00 alle 14.00 con pranzo al sacco

INGRESSI SCALIONATI: Da Martedì 22/6 le microbolle fanno il Triage come segue:
GIALLI/ARANCIONI ore 8.50 e 13.50
ROSSI ore 9.00 e 14.00
VERDI/VERDE MELA ore 9.10 e 14.10

Le MACROBOLLE si incontrano nei luoghi assegnati
dove si svolge il TRIAGE d’ingresso:
ORATORIO 1 – ORATORIO 2 – SCUOLA CAMOZZI – PISCINA.
Ogni settimana viene consegnato il planning aggiornato

PER SCARICARE REGOLAMENTO ANTI-COVID CLICCARE SUL LINK: https://www-sangiuseppedalmine-it.s3.amazonaws.com/wp-content/uploads/2021/06/14170353/Allegato-1-Regolamento-anti-COVID.pdf

PER SCARICARE L’INFORMATIVA CLICCARE SULL’IMMAGINE:

Pubblicato il
12 Giugno 2021
in Storie di fede e Riflessioni

Gli Hikikomori e la paura di uscire di casa

Si torna, in queste settimane, a parlare con insistenza di un fenomeno che colpisce soprattutto i ragazzi: la paura di uscire di casa, una vera e propria fobia sociale. Il lockdown da coronavirus ha costretto tutti a trascorrere le giornate chiusi in casa.

Dice Maria Rita Parsi: “La reclusione di questi mesi ha dato vita a una regressione: è come se fossimo tornati in un grembo materno che ti accoglie senza chiederti nulla in cambio. Il fatto poi che sia una reclusione obbligatoria fa cadere i sensi di colpa legati al rallentamento del ritmo e alla rinuncia a uscire nel mondo per affrontare sfide lavorative e personali. La casa è diventata un luogo di sollievo, dove non esiste il pericolo di intrusioni e aggressioni esterne e dove si può essere pigri senza doversi giustificare. Le uniche imposizioni del ritiro sono quelle di cibarsi dal punto di vista fisico e mentale, ovvio che ci si trovi bene.”

Mi ha molto colpito il tema della pigrizia sociale. Mi pare infatti che il ritiro forzato abbia “congelato” il desiderio di fare comunità.

Continua la lettura →

Pubblicato il
10 Giugno 2021
in Primo piano, Proposte per i ragazzi

Mare Ragazzi delle Medie 2021

Proposta per l’estate 2021 per i ragazzi delle medie. Andiamo tutti al mare! Lignano sabbiadoro dal 28 luglio al 31 Luglio 2021!

Per scaricare l’iscrizione cliccare sull’immagine. Le iscrizioni chiudono il 25 Giugno 2021.

Pubblicato il
10 Giugno 2021
in Primo piano, Proposte per gli adolescenti

Mare Adolescenti 2021

Proposta per l’estate 2021 per gli adolescenti. Andiamo tutti al mare! Lignano sabbiadoro dal 31 luglio al 3 agosto 2021!

Per scaricare l’iscrizione cliccare sull’immagine. Le iscrizioni chiudono il 25 Giugno 2021.

Pubblicato il
5 Giugno 2021
in Storie di fede e Riflessioni

La regola delle 5 W e l’Eucarestia

Ecco il pane degli Angeli, pane dei pellegrini, vero pane dei figli. La Festa del Corpus Domini, istituita all’indomani del prodigioso miracolo di Bolsena, è una stupenda occasione per ritornare al centro della nostra fede cristiana.

C’è una regola nel giornalismo nota come Five Ws che viene utilizzata per compiere una sintesi di una determinata questione e per aiutare a ricordare i dati essenziali. È una specie di promemoria per facilitare la raccolta delle informazioni. Le cinque W sono: Who, What, Where, When e Why.

Cioè: Chi, Che cosa, Quando, Dove e Perché.

Possiamo applicarla, questa regola, anche per l’Eucarestia.

Continua la lettura →

Pubblicato il
30 Maggio 2021
in Storie di fede e Riflessioni

Il tennis come la vita

Chi non conosce Adriano Panatta? È considerato il più grande tennista italiano e ha vinto 10 titoli internazionali. Nel 1976 si è aggiudicato l’unica Coppa Davis conquistata dall’Italia. Attualmente è opinionista televisivo ed scritto un libro il cui titolo è molto provocante: “Il tennis l’ha inventato il diavolo” con un sottotitolo altrettanto intrigante: I colpi impossibili, le pazzie dei campioni e tutti i match in cui il demonio ha messo la coda.

Il tennis, dice Panatta, è uno sport pieno di magia e allo stesso tempo ha in sé qualche cosa di diabolico. Capita di giocare in uno stato di grazia, di trovarsi in momenti in cui tutto riesce e marcia perfettamente. Poi qualche cosa va storto e ci si ritrova come colpiti da una maledizione, non va più bene nulla. Nel bene e nel male si è in balia di tanti elementi che possono girare in un senso o nell’altro.

Essere in balia: ecco l’elemento diabolico del tennis… e della vita.

Ad un certo punto, per avvalorare la sua tesi, Panatta cita quello che diceva un giocatore della Croazia, Goran Ivanisevic: “Il tennista ha cinque avversari: il giudice di sedia, il pubblico, i raccattapalle, il campo e se stesso. E quando gli domandavano: e l’avversario oltre la rete? Lui rispondeva. Si c’è anche quello. Ma è il problema minore.

Continua la lettura →