Parrocchia e Oratorio San Giuseppe, Dalmine (BG)

il sito web della comunità parrocchiale San Giuseppe di Dalmine

Con cuore di Padre

Dall’8 Dicembre scorso fino all’8 dicembre 2021 è in corso lo speciale “Anno di San Giuseppe”. L’ha espressamente voluto Papa Francesco.

L’occasione è il 150° anniversario della dichiarazione di san Giuseppe quale patrono della Chiesa quando Papa Pio IX con il decreto Quemadmodum Deus, firmato l’8 Dicembre 1870 ha voluto per san Giuseppe questo titolo per il beneficio della Chiesa universale.

Per questa speciale occasione Papa Francesco ha offerto a tutti i cristiani del mondo la Lettera apostolica intitolata “Con cuore di Padre”. Una Lettera molto bella che mette a fuoco la statura della santità di san Giuseppe come il Santo della Provvidenza.

Padre amato, padre nella tenerezza, nell’obbedienza e nell’accoglienza; padre dal coraggio creativo, lavoratore, sempre nell’ombra: con queste parole Papa Francesco descrive, in modo tenero e toccante, San Giuseppe.

Sullo sfondo della Lettera apostolica, c’è la pandemia da Covid-19 che – scrive Francesco – ci ha fatto comprendere l’importanza delle persone comuni, quelle che, lontane dalla ribalta, esercitano ogni giorno pazienza e infondono speranza, seminando corresponsabilità. Proprio come San Giuseppe,l’uomo che passa inosservato, l’uomo della presenza quotidiana, discreta e nascosta”. Eppure, il suo è “un protagonismo senza pari nella storia della salvezza”.

Ad accompagnare la pubblicazione della Lettera apostolica “Con cuore di Padre” c’è il Decreto della Penitenzieria Apostolica che annuncia lo speciale “Anno di San Giuseppe” indetto dal Papa e la relativa concessione del “dono di speciali Indulgenze”. Indicazioni specifiche vengono date per i giorni tradizionalmente dedicati alla memoria dello Sposo di Maria, come il 19 marzo e il 1° maggio, e per malati e gli anziani “nell’attuale contesto dell’emergenza sanitaria”.

L’Anno di San Giuseppe sarà una preziosa occasione per la nostra parrocchia che a San Giuseppe guarda da sempre con tanta fiducia. Con gioia e gratitudine siamo invitati a leggere e meditare la Lettera del Papa per rinnovare il nostro affidamento al nostro Patrono.

In particolare cercheremo di prepararci a vivere con intensità, per quello che potremo, la Festa patronale del 19 Marzo prossimo.

Terremo presente, in particolare, di un altro gradito anniversario: la nostra Chiesa parrocchiale in quella data festeggerà infatti il suo 90° compleanno: è stata infatti consacrata il 19 Marzo 1931, come si legge nella lapide in fondo alla chiesa: Questa chiesa dedicata a San Giuseppe patrono degli operai è stata consacrata dal vescovo Luigi Calza Vicario Apostolico dei Cinesi il 19 Marzo 1931.

Cosa significa celebrare il compleanno della Chiesa Parrocchiale?

Penso voglia dire soprattutto tre cose.

Primo: gioire per la sua esistenza come il dono che i nostri padri ci hanno lasciato, essere felici di poter abitare la casa comune nella quale incontrare il Signore e in Lui i fratelli e le sorelle che condividono la vita comunitaria.

Secondo: organizzare insieme una festa. Per le circostanze restrittive che ci obbligano a ridimensionare gli apparati esteriori, sarà una festa contenuta, ma speriamo ugualmente intensa e sentita.

Terzo: fare un regalo alla Chiesa: come edificio sappiamo che ha bisogno di manutenzione in diversi ambiti, alcuni anche urgenti. L’idea è di provvedere, nel limite del possibile, dal momento che le risorse economiche sono scarse, a qualche intervento possibile.

Sentiamola nostra la Chiesa parrocchiale perché è il segno della nostra appartenenza alla comunità.

Don Roberto



in Storie di fede e Riflessioni